CENTRO ARREDI: Via lago d’Iseo, 6 – Altavilla Vicentina (Vi) – Via del Terziario, 22 – Thiene (Vi) – Via Trento, 7/a – Solagna (Vi)

I SALDI DI CENTRO ARREDI

    • SALDI CON SCONTI FINO AL 70% SUI PRODOTTI EXPO


    • PAGHI DA GENNAIO 2022 CON FINANZIAMENTO 24 RATE A INTERESSI ZERO


    • BONUS FISCALE 50% FINO A 16.000 €

    *Offerta valida su un numero limitato di prodotti – Regolamento in negozio

      • Trasporto e montaggio realizzato dal nostro personale formato in Stosa.
      • Consulenza dei nostri architetti e arredatori formati direttamente in Stosa Academy.
      • Stosa è certificata FSC® e dà un importante contributo alla salvaguardia delle foreste del mondo.
      • La certificazione di Origine italiana del mobile attesta che Stosa Cucine rispetta tutti i requisiti di processo e di prodotto.

AFFRETTATI COMPILA IL MODULO E BLOCCA LA PROMOZIONE!

    Nome
    Email
    Telefono
    Punto Vendita?
    0444 371523
    0445 381126
    0424 817761
    RICHIEDI UN APPUNTAMENTO O VIENI A TROVARCI NEL NOSTRI STORE

    STOSA GREEN SALES PLUS 5.3 – 7+1 SUPER PROMOZIONI ESCLUSIVE più I SALDI CON SCONTI FINO AL 70% SUI PRODOTTI EXPO e in più EXTRA SCONTO DEL 20% SU TUTTA LA COLLEZIONE. SOLO NEL NOSTRO STOSA STORE DIRETTO AZIENDALE

        • 3 ELETTRODOMESTICI Premium a 1 €* (Piano cottura – Forno – Lavastoviglie)

        • LAVATRICE o ASCIUGATRICE Samsung a 1 €

        • TAVOLO ALL. + 4 SEDIE a 1 € (Tavolo Plutone all. 110×70 – Sedie Eva)

        • PROMO TOP in QUARZO o HPL al PREZZO del LAMINATO

        • PAGHI DA GENNAIO 2022 CON FINANZIAMENTO 24 RATE A INTERESSI ZERO

        • BONUS FISCALE 50% FINO A 16.000 €

        • 5 ANNI di GARANZIA sulla TUA CUCINA


    1. Regolamento della Promozione

      REGOLAMENTO IN NEGOZIO – PROMOZIONE VALIDA SU UN NUMERO LIMITATO DI CUCINE – acquisto minimo a partire da 5800€ – salvo errori di stampa e omissioni
      PAGHI DA GENNAIO 2022 CON FINANZIAMENTO 24 RATE A INTERESSI ZERO
      Fino 24 mesi ‐ prima rata a 120 giorni ‐ importo finanziabile da € 2.500 a € 20.000. Esempio rappresentativo
      riferito alla casistica più ricorrente per il settore “arredo” relativo al periodo di osservazione 01/01/2020 –31/12/2020:€ 3000 (importo totale del credito) in 24 rate da € 141,67 ‐ TAN fisso 0% TAEG 11,80%. Il TAEG rappresenta il costo totale del credito espresso in percentuale annua e include: interessi € 0, costi per l’attività istruttoria € 400, imposta sostitutiva 0,25% importo finanziato, spesa mensile gestione pratica € 2; importo totale dovuto (importo totale del credito + costo totale del credito) € 3.456,58. Offerta valida dal 03/07/2021 al 31/08/2021. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione Agos Ducato S.p.A. Dama srl opera quale intermediario del credito NON in esclusiva.

    Solo da noi… Centro Arredi!

    Da noi i migliori marchi dell'Arredamento Italiano!

    Arrediamo…le case più belle!

    OFFICIAL PARTNER STOSA CUCINE

    Scopri le promozioni!

    0444 371523

    0445 381126

    0424 817761

    La Promozione ha le CUCINE contate!

    La Tua Nuova Cucina direttamente nei nostri Store

    La Tua Nuova Cucina direttamente nell’UNICO STORE diretto aziendale

    1. BONUS MOBILI 2021

      Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2021, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2020.

      La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è elevato a 16.000 euro.

      Per usufruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. La data di avvio potrà essere provata dalle eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalle norme edilizie, dalla comunicazione preventiva all’Asl (indicante la data di inizio dei lavori), se obbligatoria, oppure, per lavori per i quali non siano necessarie comunicazioni o titoli abitativi, da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (articolo 47 del Dpr 445/2000), come prescritto dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011.

      Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto al beneficio più volte. L’importo massimo di spesa va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa oggetto di ristrutturazione.
      Quali beni: la detrazione spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 per l’acquisto di mobili nuovi, grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

      A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

      Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

      Per quel che riguarda i grandi elettrodomestici, la norma limita il beneficio all’acquisto delle tipologie dotate di etichetta energetica di classe A+ o superiore, A o superiore per i forni, se per quelle tipologie è obbligatoria l’etichetta energetica. L’acquisto di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica è agevolabile solo se per quella tipologia non sia ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica. Rientrano, per esempio, fra i grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

      Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché le spese stesse siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico, carte di credito o di debito).

      La realizzazione di lavori di ristrutturazione sulle parti comuni condominiali consente ai singoli condòmini (che usufruiscono pro quota della relativa detrazione) di detrarre le spese sostenute per acquistare gli arredi delle parti comuni, come guardiole oppure l’appartamento del portiere, ma non consente loro di detrarre le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per la propria unità immobiliare.

      L’acquisto di mobili o di grandi elettrodomestici è agevolabile anche se i beni sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.
      Adempimenti

      Per avere la detrazione occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento. Se il pagamento è disposto con bonifico bancario o postale, non è necessario utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia.

      La detrazione è ammessa anche se i beni sono stati acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento.

      I documenti da conservare sono:

      l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente)
      le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

      Lo scontrino che riporta il codice fiscale dell’acquirente, insieme all’indicazione della natura, della qualità e della quantità dei beni acquistati, è equivalente alla fattura.

      Rispettando tutte queste prescrizioni, la detrazione può essere fruita anche nel caso di mobili e grandi elettrodomestici acquistati all’estero.

    Call Now ButtonRichiedi Informazioni
    Text Widget
    Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.
    Apri Chat
    1
    Serve aiuto?
    Salve! Centro Arredi supporto WhatsApp